Le vie dell’acqua

Alla scoperta del bene essenziale, primario e fondativo del primo nucleo della città: l’acqua, a cui probabilmente L’Aquila deve anche il suo primo nome. Il disadorno ed ormai diroccato rudere alle porte della città, poco fuori le mura, nel quartiere Torrione, è una sopravvivenza dell’antico acquedotto che portava l’acqua del Gran Sasso e dei Monti della Laga all’Aquila. Da questo momento la città iniziò a riempirsi di fontane.

La passeggiata, a cura della associazione CulturAquila si snoderà dal Torrione alla Fontana del Nettuno a piazza Regina Margherita fino alla Fontana delle Novantanove Cannelle, passando per il convento di San Basilio, la chiesa di San Silvestro, la chiesa di San Domenico, il monastero di Santa Chiara e altri punti della città che hanno goduto fin dalla loro origine del bene più prezioso a cui questa passeggiata è dedicata.

Per maggiori indicazioni e prenotazioni: culturaquilaaps@gmail.com